Come gestire i social di un hotel o ristorante?

01 Dic Come gestire i social di un hotel o ristorante?

Siete curiosi di scoprire quante cose deve fare chi si occupa di social media per un ristorante o un hotel?

Ecco qui un riassunto di ciò che la nostra Martina Ricci Gori ha trattato durante l’ultimo laboratorio di social media marketing per la ristorazione e l’hotellerie durante il Laboratorio Social Network e reputazione online organizzato recentemente insieme a Qualitando a Lazise, sul Lago di Garda.

 Da cosa sarà composta la cartella degli attrezzi per portare avanti l’attività sui socia?

  • una smart device (smartphone o table)
  • foto e video professionali
  • un calendario editoriale strategico
  • un professionista che vi formi e vi guidi nelle opportunità e nei continui aggiornamenti dei canali social

 Quali sono le opportunità dell’utilizzare una pagina aziendale Facebook?

Non solo post ma possiamo:

  • creare gruppi dedicati ad interessi particolari
  • organizzare di eventi
  • creazioni di applicazioni
  • stimolare e rispondere alle recensioni

  Come posso capire se ho una community di persone che mi seguono effettivamente? 

Il numero di follower NON è l’unico valore indicativo. L’INTERAZIONE è fondamentale. Vi invitiamo a chiedervi, quanti followers totali avete sulla vostra pagina? Quanti like e commenti avete su ogni post?

Esempio: una pagina “sana” con una community di persone che sono coinvolte ed una pagina con followers “fasulli” che non interagiscono

Consiglio: cercate di aumentare l’interazione più che di aumentare il numero di followers totali

Nella vostra pagina esistono i dati di traffico – nel tab Insights. Sapete che in questa area ci sono indicazioni fondamentali come per esempio che tipologia di clienti (età, sesso) passa davanti al mio locale e quali sono i giorni di massimo picco di passaggio?  

 Sapete che attraverso Facebook potete andare a monitorare l’andamento delle pagine dei vostri concorrenti?  

 E Twitter? No, non è morto. Attraverso Twitter potete andare a capire quali sono le tendenze del giorno in termini di cronaca e selezionare i migliori influencers o giornalisti con cui interagire. Avete mai provato ad utilizzare il motore di ricerca interno a Twitter o a seguire un # di interesse per la vostra attività.

 E Instagram? Il wall delle cose belle, non solo selfie ma una fonte inesauribile di foto dedicate al mondo food, wine, turismo, moda ed esperienze. Lo sapete che qui si parla già di voi?

Fate una prova: anche se voi non siete ancora andati a creare un profilo per l’hotel o il ristorante su Instagram, provate comunque a cercare nel motore di ricerca di Instagram il nome della vostra struttura… rimarrete stupiti di quanti contenuti che parlano di voi siano già stati prodotti. Siete ancora così convinti di non voler creare un profilo Instagram per il vostro hotel o ristorante?

 Come creare un profilo business su Instagram? Si fa in poche mosse e nei corso lo spieghiamo sempre, siamo stati molto felici di sapere che diverse strutture l’hanno fatto dopo il corso operativo che hanno seguito con noi.

 E voi utilizzate tutte le opportunità collegate alle dirette su Facebook o alle stories su Instagram?

E’ vero sono contenuti che durano poche ore o che vanno ad autodistruggersi ma sono comunque contenuti che vengono percepiti dagli utenti e che possono aiutare il vostro ristorante a farsi trovare sui social da chi ancora non vi conosce. Al corso abbiamo visto passo passo la creazione di una story su Instagram e le modalità per renderla non solo più piacevole esteticamente ma soprattutto per geotaggarsi e usare gli hashtag in modo da farsi trovare da chi sta seguendo una determinata tematica

Durante questo corso, un altro laboratorio è stato dedicato da Marzia Baislak alla gestione delle recensioni e della web reputation.

 Come possiamo capire cosa si dice di noi sui social? Ecco qui alcuni strumenti che abbiamo suggerito e che noi usiamo ogni giorno per creare la rassegna social  

  • Strumenti di gestione della reputazione online come ad esempio, Talkwalker Travel Appeal e Qualitando
  • Tool di tracciamento del discorso sul brand – KPI6 – Digimind – Google Alerts
  • Analytics delle vostre pagine social (o Insights) per capire le caratteristiche del vostro pubblico (Twitter, Facebook, Instagram, LinkedIn)
  • Blogmeter monitorare quello che si dice in rete su di un brand o quali sono le performance dei suoi profili social
  • Amministrazione delle pagine Tripadvisor, Yelp, The Fork, Facebook, Google My Business, ecc)

 Come posso convincere le persone che arrivano nel mio hotel o ristorante a seguirmi anche online sui canali social o sulle mie newsletter?

Avete a disposizione tutta la sua esperienza offline quando è nella vostra struttura. Segnalate i vostri canali social e gli hashtag che utilizzate anche nella mise en place o nei posti in cui il cliente ha momenti di attesa. Inoltre non dimenticate mai di stimolare nei clienti la “registrazione” nella vostra struttura: in questo modo sarete visti da tutta la rete di “amici” o follower che il vostro cliente ha

 Ultimo suggerimento: premiate chi ha prodotto dei contenuti su di voi (es: chi ha fotografato e condiviso la foto di uno dei vostri piatti) andando a ringraziare e magari a ripostare il contenuto del cliente, se ad esempio fosse una buona fotografia). Su una app come Instagram potete utilizzare la app Repost che vi permette anche di lasciare un “photo credit” sul contenuto che state andando a ricondividere in modo da ringraziare l’utente che l’ha prodotta

Questo riassunto non vi è bastato e vorreste approfondire ulteriormente queste tematiche? Contattateci per creare un evento su misura per voi presso la vostra struttura

No Comments

Post A Comment

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!